Sul Cavallo Bianco

Chissà perché, per quanto ci si possa sforzare, alla fine ci si scopre sempre più meschini di quanto non si pensasse di essere.

A me capita di essere di rado all’altezza delle mie aspettative.

E’ una lotta continua tra ciò che penso sia giusto, ciò che vorrei riuscire a fare e quelle che sono le mie pulsioni. Soprattutto quando cerco di fare qualcosa per un’altra persona mettendo da parte i miei desideri.

Così ci sono situazioni in cui la razionalità indica la direzione, tu riconosci che ha ragione e che è quella la strada da percorrere, sai benissimo che dovresti seguire tutti i buoni consigli che ti sta dando, che dovresti metterti in secondo piano, lasciare l’occhio di bue sui bisogni dell’altro. Però qualcosa dentro te si ribella, piange, urla, si dimena. Una parte profonda, bisogni atavici, che vorrebbero essere ascoltati e capiti, che vorrebbero avere pari dignità, che vorrebbero essere placati.

Inizi la lotta con te stessa tra “il bene” ed “il male”.

Poi ti chiedi da che parte sei schierato e scopri che, a dispetto dei tuoi generosi propositi e del tuo nobile animo, tu credi che sia giusto lasciare al tuo io profondo la possibilità di ribellarsi e di lottare per essere ascoltato. Scopri di non essere sicura di quale fazione rappresenti “il bene” e quale “il male”.

E allora resti impantanato.

E allora scopri che il cavaliere azzurro non esiste, nemmeno quando vorresti essere tu.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...