Dire Grazie

E poi succede.

Sei lì che leggi, post vari, sorrisi e a volte risate vere, riflessioni, malinconie, interesse e tutto il corredo di sensazioni che si porta dietro leggere qualcosa di buono.

All’improvviso, inaspettate, parole che sento come mie. 

Una persona che sente qualcosa di simile a me, che parla con voce chiara, che alza la testa al di là della nebbia per guardare cosa c’è oltre, che non ha voglia di restare ad occhi chiusi.

E mi viene voglia di dire grazie.

E mi sento meno sola.

Standard

7 risposte a "Dire Grazie"

  1. a volte questa grottesca realtà virtuale, in cui ci si incontra senza incontrarsi, ci si parla senza conoscersi, assume un senso, vero? magari un po’ alla volta smetteremo di usarla come un nascondiglio e diventerà solo un canale, un amplificatore di segnale per le nostre voci.

    • un nascondiglio… forse a volte serve, per fermarsi al buio a riprendere fiato prima di tornare fuori e riprendere la lotta. Altre volte cercando un nascondiglio si trovano strade nascoste, che portano in luoghi inimmaginati. A me, forse, oggi è successo questo: cercavo una sosta e ho trovato una strada.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...