InTaNto

E così ci siamo. Aspetto il treno che mi porterà a Milano. Perché, a un certo punto, bisogna prendere in mano il manubrio e pestare forte sui pedali. Se si va in discesa bisogna godersi il vento, prenderselo tutto in faccia e farlo ridendo. E poi perché bisogna volersi bene. Io voglio ridere trovando una lettera desueta nella cassetta della posta, passare una domenica di pioggia a camminare senza ombrello, parlare di massimi sistemi, sperimentare la brachilogia. Forse è già chiaro che non sarà niente più di un petardo. Forse. Intanto io salgo sul treno e arrivo a Milano e dimentico i corvi e mi stampo un sorriso in faccia e ascolto musica e rido da sola. Alla ricerca di una nuova pelle, alla ricerca di una bomba atomica. 

Standard

3 risposte a "InTaNto"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...