Jump

Una giornata pigra e molle.

Matite colorate e nuvole bianche, sole a sprazzi e chiacchiere futili. Lavoro. Noia. Cibo.

Poi un incontro inusuale, inaspettato, in un posto fuori dal mondo.

Le montagne, l’autostrada, il rumore dei camion, i lampeggianti spenti.

Chiacchiere e domande e scoperte e rivelazioni.

Euforia che sale, sorriso sulla bocca, pensieri che corrono più veloci delle nuvole sopra di noi.

E pensare che il destino ti stia strizzando l’occhio.

E pensare che quel salto, forse, dovresti proprio farlo.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...